Home PageIl TerritorioIl comprensorio montano

Il comprensorio montano

Un patrimonio di tutti

Il comprensorio montano della provincia di Pordenone è una delle zone più caratteristiche della regione Friuli Venezia Giulia, un universo di storia, natura, tradizioni, cultura, economia ed incontro.Questo territorio è da sempre laboratorio per uno sviluppo sostenibile, di apertura ad un turismo non invasivo, per costruire un luogo dove il rapporto uomo ambiente costituisca il contro-altare dell’urbanizzazione selvaggia.

Il comprensorio è racchiuso a ovest dalla Val Cellina e dalla Val Colvera, ad est dalla Val Tramontina, la Val Cosa e la Val d’Arzino, abbiamo poi la zona collinare tra il Maniaghese e lo Spilimberghese e la fascia montana del Massiccio del Cavallo e dell’Altopiano del Cansiglio.

La ridotta urbanizzazione di questi luoghi costituisce un enorme vantaggio perché preserva quest’area da degradi e inquinamenti, rendendola attraente per qualità di vita e turismo di nicchia.Il comprensorio comprende territori diversi tra loro, il cui minimo comun denominatore è rappresentato dall’acqua, fiumi e torrenti che solcano le sue valli e ne condizionano il paesaggio dalle propaggini pedemontane fino alla pianura, senza dimenticare la pioggia che arriva copiosa durante tutto l’anno!La purezza e la bellezza di queste acque derivano dal paesaggio incontaminato e dalle caratteristiche morfologiche del territorio.

Grande importanza, dal punto di vista industriale, è l’imponente complesso fluviale delle valli del Vajont, Cimoliana, Cellina e Settimana che compongono, assieme a quelle minori, un grande bacino idrico importantissimo per l’intero Pordenonese e il Veneto orientale.Grazie ad un’accurata gestione degli interventi da parte di Regione, Provincia ed Enti Locali oggi la vegetazione ricopre anche zone impervie disboscate in passato per far fronte a necessità sia industriali che alimentari.

Delle passate attività industriali, di cui il trasporto del legname via acqua era quella più importante, restano oggi canalizzazioni,  e una fitta rete di strade e sentieri.I grandi mutamenti di questo territorio nella storia sono da attribuire principalmente a tre grandi cataclismi che hanno colpito duramente queste terre e le sue genti: il terremoto del 1511, l’immane tragedia della diga del Vajont nel 1963 e l’ultimo grande terremoto del 1976. Questi eventi, insieme alle trasformazioni imposte dallo sviluppo economico e sociale hanno mutato questo territorio perché hanno fornito l’opportunità di averlo reso più vivibile e di far crescere nei suoi abitanti la coscienza per uno sviluppo sostenibile.

  • Il Territorio

    la ricchezza nella diversità

    Il comprensorio montano della provincia di Pordenone è una delle zone più caratteristiche della regione Friuli Venezia Giulia, un universo di storia, natura, tradizioni, cultura, economia ed incontro.

    Leggi
  • I Nostri Servizi

    per uno sviluppo sostenibile

    Dalle "Fibre Ottiche" all' "Asilo", dalla "Mensa" alla "Formazione". Un insieme di servizi integrati pensato per facilitare la vita delle aziende socie del NIP e di tutti i loro dipendenti.

    Leggi
  • Qualità e Ambiente

    un binomio vincente

    Il Consorzio NIP ha deciso di erogare i propri servizi nel rispetto della salvaguardia e della tutela ambientale al fine di promuovere e rispettare gli habitat ed i territori in cui è insediato.

    Leggi