Amministrazione Trasparente

Menu

Home PageAmministrazione TrasparenteBandi di gara e contrattiPROCEDURA APERTA PER SERVIZIO DI TESORERIA

SERVIZIO DI TESORERIA

Nip Maniago

PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO DAL 01/01/2019 AL
31.12.2023. Codice Identificativo Gara: Z1C23EEDCA.

DOCUMENTAZIONE DI GARA 

  

Allegati in formato word

 

QUESITI POSTI

QUESITO 1

BANDO DI GARA

Nella sezione VI (altre informazioni) è indicato il seguente criterio:
Offerte anormalmente basse - Ai sensi dell’art.97, comma 3 del D.lgs. n.50/2016, la congruità delle offerte è valutata sulle offerte che presentano sia i punti relativi al prezzo, sia la somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, entrambi pari o superiori ai quattro quinti dei corrispondenti punti massimi previsti dal bando di gara.
Si intende che per aggiudicarsi il servizio, l'operatore economico in relazione all'offerta presentata deve conseguire un punteggio di 80/100 dei punti totali previsti oppure per ogni singolo criterio valutato sia per l'offerta tecnica e sia per quella economica deve raggiungere i quattro/quinti ?
E, ad esempio nel caso di più offerte presentate, ponendo la situazione che un concorrente raggiunga il punteggio più alto pari ad 80 punti e per l'offerta economica presenti un ribasso pari al 75% ottenendo 11,25 punti (stante la miglior offerta presentata sia pari al ribasso del 100 %), anche se avesse efficacia il criterio dei quattro/quinti per singolo elemento, gli viene "aggiudicato" il servizio ? 

RISPOSTA AL QUESITO 1

Il calcolo dei quattro quinti di cui all'art 97 comma 3 del Codice serve alla stazione appaltante per verificare se un'offerta sia o meno anomala e non ai fini dell'aggiudicazione. Si aggiudicherà l'appalto alla migliore offerta non anomala che avrà ottenuto il punteggio totale più elevato dato dalla sommatoria dei punteggi assegnati all'offerta tecnica e economica.

 

QUESITO 2

DISCIPLINARE DI GARA

 
Nella busta "A" - Documenti Amministrativi (pag.7)
di cui punto 1) Domanda di partecipazione alla gara - la domanda di partecipazione alla gara è da compilarsi secondo l'allegato Mod.A), redatta in lingua italiana e in competente bollo.
E' da intendersi che nel Mod.A) va applicata la marca da bollo da 16,00 euro come va opportunamente apposta per il modello relativo all'offerta economica ?

RISPOSTA AL QUESITO 2

Si, sulla domanda di partecipazione di partecipazione va applicata la marca da bollo.

 

QUESITO 3

di cui punto 2) DGUE (pag.8/9)
Il DGUE dovrà essere prodotto dal concorrente in formato elettronico su supporto informatico da inserire nella busta "A" Documentazione Amministrativa.
E' da intendersi l'inserimento nella pertinente busta del supporto "floppy disk" oppure è contemplata anche la possibilità di inserire il documento cartaceo debitamente compilato?

 RISPOSTA AL QUESITO 3

Si, nella busta "A" documentazione amministrativa dovrà essere inserito il DGUE su supporto informatico (cd. rom, chiavetta usb) ed è esclusa la possibilità di inserire il DGUE cartaceo.

 

QUESITO 4

di cui punto 10) Garanzia provvisoria (pag.13)
La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, secondo comma, del codice civile nonché l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante.
Questo paragrafo si riferisco al caso in cui la garanzia venga prestata mediante fideiussione ?

RISPOSTA AL QUESITO 4

In merito al punto 10) garanzia provvisoria (pag 13) si conferma che la clausola relativa alla rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui al comma 4 dell'art. 93 del codice si riferisce al caso in cui la garanzia venga prestata mediante fideiussione. 

 

 

QUESITO 5

Busta "B" - Offerta Tecnica (pag.17)
il concorrente allega:
a) copia fotostatica di un documento d'identità del sottoscrittore;
b) copia conforme all'originale della procura.
Al punto "b" la procura va presentata da parte di un concorrente che si trova in una determinata situazione di partecipazione ? Se sì, quale ?

RISPOSTA AL QUESITO 5

La copia conforme all'originale della procura va prodotta solo se l'offerta tecnica è sottoscritta dal procuratore del legale rappresentante del concorrente.

 

QUESITO 6
E, di seguito è riportata la seguente richiesta:
"l'operatore economico dovrà dichiarare adeguatamente motivando quali sono le parti dell'offerta tecnica idonee a rivelare i segreti tecnici e industriali e quindi da secretare in caso di accesso agli atti di gara".
Che cosa si intende in tal proposito e come va fornita la dichiarazione se il modello non prevede tale indicazione ?

RISPOSTA AL QUESITO 6

Il modello fac simile dichiarazioni integrative al DGUE prevede la dichiarazione relativa all'autorizzazione o meno all'eventuale accesso all'offerta tecnica. Se l'offerta tecnica non contiene segreti tecnici e commerciali l'accesso dovrà essere autorizzato.


QUESITO 7

 Busta "C" - Offerta Economica (pag.17)
"indicazione del ribasso percentuale da applicarsi all'importo complessivo dell'appalto posto a base di gara"
Considerando che il valore presunto del servizio per tutta la durata quinquennale ammonta ad euro 25.000,00 (previsto da Bando di gara) è da intendersi che, se offerto un ribasso pari all'80%, il Consorzio corrisponderà un compenso all'aggiudicatario pari ad euro 1.000,00 annui ?
Se è corretta l'interpretazione, anche nel caso in cui l'Ente alla scadenza dei cinque anni valuti la possibilità/convenienza di richiedere l'istituto del "rinnovo" dovrebbe venir garantito il compenso inizialmente stabilito dalla gara ?   

RISPOSTA AL QUESITO 7

Si conferma che all'aggiudicatario spetterà l'importo posto a base di gara al netto del ribasso offerto in sede di gara. In caso di rinnovo l'importo da corrispondere potrà essere oggetto di nuova negoziazione.

 

QUESITO 8

L’ART.10 – ANTICIPAZIONI DI TESORERIA – dello Schema di Convenzione

al comma 1. recita: il Tesoriere, a richiesta dell’Ente è tenuto a concedere anticipazioni di tesoreria entro i limiti stabiliti dalla normativa al tempo vigente.

 Si chiede quale sia la normativa di riferimento e la quantificazione dell’anticipazione richiedibile per l’ anno 2018

 

RISPOSTA AL QUESITO 8 

L'anticipazione di tesoreria sarà richiesta nei limiti stabiliti dall'art. 2 co 3 bis del D.L. 28/01/2014 n. 4 atteso che il periodo è stato prorogato sino al 31.12.2018.

 

QUESITO 9

L’ente già opera in Ordinativo Informatico? Qual è la vostra software house? In caso di ente già operativo in OI: l’ente già effettua la conservazione documentale degli ordinativi informatici in proprio?

RISPOSTA AL QUESITO 9

No, il Consorzio non opera ancora in ordinativo informatico.

 

QUESITO 10

Giacenza media anno 2017

RISPOSTA AL QUESITO 10

Giacenza media anno 2017 euro 1.245.000,00

 

QUESITO 11

Utilizzo medio dell’anticipazione negli ultimi anni

RISPOSTA AL QUESITO 11

Non è mai stata chiesta l'anticipazione di cassa.

 

QUESITO 12

N.mandati /reversali emessi nel 2017

RISPOSTA AL QUESITO 12

Mandati emessi nel 2017 n. 525

Reversali emesse nel 2017 n. 76

 

QUESITO 13

Con riferimento all’art.13 dello schema di convenzione si richiede conferma se l’ente abbia un bilancio di tipo finanziario con carico del bilancio presso il tesoriere e indicazione dei capitoli sui mandati/reversali (solo in questo caso è prevista la redazione del conto del tesoriere ) e conferma che il servizio sia di fatto di Cassa e non di Tesoreria.

RISPOSTA AL QUESITO N. 13

Si conferma che di fatto si tratta di un servizio di Cassa, inerente la gestione di incassi e pagamenti tramite reversali e mandati di pagamento.

 

QUESITO 14

L’ ART. 10 – ANTICIPAZIONI DI TESORERIA – dello Schema di Convenzione

Al comma 1 recita: il Tesoriere, a richiesta dell’Ente è tenuto a concedere anticipazioni di tesoreria entro i limiti stabiliti dalla normativa al tempo vigente.

Con la risposta al quesito n. 8 è stato chiarito che la normativa di riferimento è il Testo Unico Enti locali

L’Art. 222 del Tuel identifica il quantum concedibile entro il limite massimo dei tre dodicesimi (aumentato a cinque dodicesimi anche per l’anno 2018)

delle entrate accertate nel penultimo anno precedente, afferenti ai primi tre titoli di entrata del bilancio.

 Si chiede di specificare la modalità di applicazione al bilancio del Consorzio (Ente Pubblico Economico)  del suddetto sistema di calcolo.

RISPOSTA AL QUESITO 14
Anticipazione di Tesoreria
A norma di legge l'anticipazione di tesoreria per gli Enti Pubblici può essere richiesta nei limiti stabiliti dall'art. 2 co 3 bis del D.L. 28/01/2014 n. 4 atteso che il periodo è stato prorogato sino al 31.12.2018.

Per quanto riguarda il Consorzio Nip, non avendo un bilancio strutturato per titoli, il limite deve essere parametrato alla voce A1 del Conto Economico ("Ricavi delle vendite e delle prestazioni")

 

QUESITO 15

si richiede se l’ente ha affidamenti in essere e quale tipologia e scadenze (se fidejussioni indicare importo/beneficiario/descrizione/scadenza).

RISPOSTA AL QUESITO 15

Il Consorzio non ha affidamenti in essere

 

QUESITO 16

Come previsto da bando di gara (pag.17) i costi relativi alla sicurezza aziendale e i costi della manodopera vanno “a pena di esclusione” indicati nel modulo dell'offerta economica.
 
Se il servizio di tesoreria può considerarsi una prestazione di natura intellettuale, riteniamo opportuno indicare nel modello dell'offerta economica un valore pari ad euro 0,00 (cifre/lettere) sia per i costi relativi alla sicurezza e sia per quelli della manodopera.

L'indicazione di questo valore può determinare causa di esclusione dalla gara ? 


RISPOSTA AL QUESITO 16

Si conferma quanto previsto a pagina 17 del Disciplinare.

Codesta amministrazione non ha considerato il servizio di tesoreria quale servizio di natura "intellettuale" infatti ha stimato negli atti di gara il costo della manodopera che è compreso nell'importo a base di gara.

Entrambi i costi di cui all'art. 95 comma 10 del Codice ( costi da rischi specifici aziendali e costo della manodopera) saranno valutati in sede di congruità dell'offerta.



PRECISAZIONI

  • In caso di discordanza tra quanto riportato nel disciplinare e quanto previsto nello schema di convenzione prevale quanto previsto nella lex specialis (disciplinare).
  • Si precisa che il CIG corretto relativo alla presente procedura di gara è il seguente 7555623956.
  • Il CIG corretto va riportato in tutti i modelli.

 

DETERMINAZIONE DI NOMINA DELLA COMMISSIONE

CV SORESI

CV MAISTO

CV PEGHIN

 

DETERMINAZIONE DI APPROVAZIONE VERBALI E AFFIDAMENTO SERVIZI

VERBALE N. 1

VERBALE N. 2

VERBALE N. 3

  • Il Territorio

    la ricchezza nella diversità

    Il comprensorio montano della provincia di Pordenone è una delle zone più caratteristiche della regione Friuli Venezia Giulia, un universo di storia, natura, tradizioni, cultura, economia ed incontro.

    Leggi
  • I Nostri Servizi

    per uno sviluppo sostenibile

    Dalle "Fibre Ottiche" all' "Asilo", dalla "Mensa" alla "Formazione". Un insieme di servizi integrati pensato per facilitare la vita delle aziende socie del NIP e di tutti i loro dipendenti.

    Leggi
  • Qualità e Ambiente

    un binomio vincente

    Il Consorzio NIP ha deciso di erogare i propri servizi nel rispetto della salvaguardia e della tutela ambientale al fine di promuovere e rispettare gli habitat ed i territori in cui è insediato.

    Leggi